Largo campo in Auriga, costellazione del periodo invernale facile da individuare grazie alla sua forma a pentagono e per la luminosità di Capella (Alfa Aur), la terza stella più brillante dell’emisfero boreale.
In questo ricco mare di stelle spiccano le tre nebulose diffuse ritratte nella foto.
Sulla sinistra, di un rosso più acceso, IC 405, nota anche come M31 o come Flaming. La nebulosa, brilla per le radiazioni ricevute da AE Auriga che ionizza i suoi gas e le conferisce il bel colore rosso mentre i filamenti di un delicato colore azzurro sulla parte bassa sono dovuti alla riflessione della luce blu della stella sulle polveri oscure circostanti.
Al centro dello scatto, apparentemente separata dalle 5 stelle Aur 15, 16, 17, 18 e 19, ma in effetti molto più distante, domina IC 410 conosciuta anche come Nebulosa Girino a causa dei suoi filamenti nordorientali (in foto ad ore 5 rispetto al centro) che ricordano la forma di due girini.
Anch’essa è una nebulosa ad emissione, legata all’ammasso aperto NGC 1893, formato da giovani e massicce stelle piuttosto disperse tra loro e che sono le responsabili della ionizzazione dei suoi gas.
In basso a destra, infine, la suggestiva Nebulosa IC 417 nota anche come Nebulosa Ragno, che con la sua magnitudine 5,08 rappresenta un valido riferimento per l’individuazione visuale e che coi suoi colori delicati e decisi chiude il campo inquadrato dallo scatto.

Trattasi della integrazione di due notti di scatti sotto un ottimo cielo che mi ha consentito di non usare alcun filtro.
Hi-res https://www.astrobin.com/full/4mfx7w/0/?mod=&real=

Nikon D750 (80*600) iso 400
Takahashi Fsq 106/530
Mount Skywatcher Eq6r
Location: Manciano (Grosseto) Sqm 21.50
Process: Pixinsight, Photoshop

Wide field in Auriga, a winter constellation that is easy to spot thanks to its pentagon shape and the brightness of Capella (Alpha Aur), the third brightest star in the northern hemisphere.
In this rich sea of stars, the three diffuse nebulae portrayed in the photo stand out.
On the left, in a brighter red, IC 405, also known as C31 or as Flaming. The nebula shines thanks to the radiation received by AE Auriga which ionizes its gases giving it the beautiful red color while the filaments of a delicate color on the lower part are due to the reflection of the blue light of the star on the surrounding dark dust.
At the center of the shot, after the 5 stars Aur 15, 16, 17, 18 and 19 dominates IC 410 also known as the Tadpole Nebula due to its northeastern filaments (in the photo at 5 o’clock in the center) reminiscent of the shape of two tadpoles.
It is an emission nebula, linked to the open cluster NGC 1893, formed by young and massive stars rather spread out among themselves and which are responsible for the ionization of its gases.
Finally, at the bottom right, the suggestive IC 417 Nebula also known as the Spider Nebula, which with its magnitude 5.08 represents a valid reference for visual identification and which with its delicate and at same time decisive colors closes the field framed by the shot.
This is the integration of two nights of shooting under an excellent sky that allowed me not to use any filter.

Autore: Giamba Rizzo (sito)