Alnitak e i suoi vicini

Una delle cose che mi ha sempre affascinato della fotografia astronomica, è la sua enigmaticità, il favorire fantasie e sogni in chi la osserva, suggerendo forme diverse a seconda dell’osservatore, come quando si osserva una nuvola con un amico, credo che questa fotografia affermi bene questo aspetto, creando emozioni sempre nuove in chi la osserva, al di là della buona riuscita tecnica di uno scatto (questo infatti è solo il mio terzo o quarto scatto di astrofotografia).
Ecco a voi la brillante stella Alnitak: la prima a comporre la cintura di Orione, nell’omonima costellazione, circondata dalle vicine Nebulose ad emissione Fiamma (NGC2024) e Testa di Cavallo (B33).
purtroppo, data l’instabilità della mia montatura, non riesco mai a fare scatti più lunghi di un minuto in condizioni perfette, e qui ne ho collezionati circa 100, per un totale di circa 1 ora e quaranta di esposizione
Scattata con ASI 294 MC pro color, Tecknosky AG70 F5, Filtro Optolong L-eNhance da 1,25″, vecchia (quasi quanto me) EQ5 Skywatcher motorizzata, no autoguida, no goto, ma un meraviglioso cielo di montagna
scattata il 02/02/2020

Autore: Andrea Castellazzo