Sole H-Alpha 11 Febbraio 2015

Il sole ripreso l’11 febbraio 2015 nella banda dell’idrogeno ionizzato (H-alpha) mostra la cromosfera, la parte dell’atmosfera solare che sovrasta la fotosfera; quest’ultimo rappresenta lo strato visibile della nostra stella, quello che vediamo quando guardiamo il Sole. Usando, però, un filtro che lascia passare esclusivamente la luce emessa dall’idrogeno nella riga chiamata H-alfa è possibile bloccare gran parte della luce emessa dalla fotosfera e rendere visibile la cromosfera e tutte le sue strutture.

Nell’immagine è visibile una attività solare ben più intensa di quella attuale con numerose macchie e diversi e lunghi filamenti ben evidenti; questi ultimo hanno forma allungata, quasi come, con una lunghezza che puo raggiungere l’intero raggio solare. I filamenti non sono altro che le Prominenze o pretuberanze viste dall’alto; si tratta di lingue incandescenti di gas della cromosfera, parzialmente ionizzato, detto plasma, intrappolate dal campo magnetico solare.
La temperatura delle pretuberanze è di circa 20.000 °C e la loro densità è molto maggiore di quella della della corona circostante.

Si rammenta che le osservazioni solari possono essere fatte esclusivamente con strumenti o filtri appositi, pena danni irreversibili alla vista.

The sun shooted last May 24 in the ionized hydrogen (H-alpha) band shows the chromosphere, the part of the solar atmosphere that dominates the photosphere; it represents the visible layer of our star, the one that we see when we look at the Sun. With a filter that only passes the  hydrogen emission on the line called H-alpha, it is possible to block most of the light emitted by the photosphere and make the chromosphere and all its structures visible.

In the image is visible a solar activity much more intense than the current one with numerous spots and different and long well evident filaments; these last have an elongated shape, almost like, with a length that can reach the whole solar ray. The filaments are nothing more than the Prominences or pretuberances seen from above; these are incandescent languages of chromosphere gas, partially ionized, called plasma, trapped by the solar magnetic field.
The temperature of the pre-bumps is about 20,000 ° C and their density is much greater than that of the surrounding crown.

It should be remembered that solar observations can be made exclusively with special instruments or filters, otherwise irreversible damage to sight.

Telescopio: Lunt LS60THaDS50 Double Stack BF 1200
Montatura: Skywatcher NEQ-6 Pro Synscan
CCD: Point Grey Flea3 FL3-U3-32S2M
Software: Firecapture 2.4.06 beta, Astra Image 3.0 SI, Avistack 2.0, Zoner Photo Studio X v. 19
Baader Steeldrive Steeltrack
Pose: 500 a 59 fps
Lunghezza focale: 500 mm
Seeing: 3 Trasparenza: 6
Balcone di casa Formigine (Modena), Italy

Autore: Reynolds Sr. (sito)