M81 + M82 + IFN

Le galassie M81 (Galassia di Bode) e M82 (Galassia Sigaro), nella costellazione dell’Orsa Maggiore, sembrano immerse in una vastissima nebulosità dal tenue chiarore. Si tratta di un effetto prospettico in quanto mentre le due galassie sono distanti circa 11,5 milioni di anni luce dalla Terra, la nebulosità evidenziata in questa fotografia appartiene alla nostra galassia e dista circa 500 anni luce.

Di cosa si tratta? E’, anzi sono, le cosiddetta IFN, Integrated Flux Nebulae (Nebulose di Flusso Integrato), una fitta trama di filamenti costituiti da gas molecolari freddi (principalmente idrogeno e monossido di carbonio) e polveri situata distante dal piano galattico della Via Lattea, in un’area di cielo corrispondente a quella tra le costellazioni boreali dell’Orsa Minore, di Cefeo, di Cassiopea e della Giraffa; risultano non visibili all’osservazione in quanto debolmente illuminate dalle stelle della Via Lattea situate nelle vicinanze; solo in fotografie a lunga esposizione tali strutture possono essere ammirate.


The galaxies Messier 81 (Bode’s Galaxy) and Messier82 (Cigar Galaxy) seem to be surrounded by a very large dim nebula. It is due to the prospective, since the two galaxies are 11.5 million light years away from the Earth and the nebula (enhancenced in this astrophoto) is 500 l.y. distant and it is in our galaxy.

What is it? It’s, or better they are, the so called IFN, Integrated Flux Nebulae, a dense structure of filaments composed by cold molecular gases (hydrogen and carbon monoxide) and dust; they are far from the galactic plane, in an area of the sky towards the boreal constellations of Ursa Minor, Cepheus, Cassiopeia and Camelopardilis. They can’t be observed because they are just lit by the Milky Way stars nearby and we can admire them only in long exposure photos.


Astrografo Celestron RASA 11″ (279mm f/2,2)
CMOS color QHY367c (24x36mm)
Skywatcher EQ8
63×300″


Image Credits: Michele Trungadi

Autore: Michele Trungadi (sito)